Le migliori tinte naturali per capelli

Uno dei temi principali di bellezza che diventa particolarmente importante con l’andare del tempo per tutte le donne è la tinta per capelli. Per alcune donne, quello di tingersi i capelli, diventa un problema solo secondario, che le sfiora per pochi anni perché hanno la fortuna di mantenere il loro colore per molto tempo e quindi il passaggio dal colore naturale al Sale e Pepe o al bianco avviene comunque in età più avanzata. 

Per molte altre, invece, purtroppo non è affatto così e dunque già dalla più tenera età è per loro necessario ricorrere a delle tinture per capelli per coprire i capelli bianchi.  Sempre più spesso s sta cercando di utilizzare colorazioni per capelli sempre più naturali che escludono tutti quegli elementi nocivi, affinché anche chi è costretto a colorare i capelli in età molto giovane possa non averli rovinati.

La ricerca della colorazione dei capelli

La ricerca sul tema della colorazione dei capelli con elementi vegetali e naturali è davvero in grandissimo fermento.  Questo perché la richiesta del mercato è sempre più in aumento e le persone sono sempre più attente ad utilizzare prodotti cosmetici completamente naturali che possano non essere dannosi per la salute. 

Il senso del “Green” si sta infatti espandendo fortunatamente a macchia d’olio nella nostra vita e questo è uno di quei settori particolarmente attivo.  Se inizialmente le colorazioni naturali erano complicate da trovare e anche molto costose, con l’andare del tempo invece è sempre più facile ricorrere ad esse.

Come scegliere le tinte naturali per capelli

Innanzitutto è importante informarsi sulle varie tipologie di tinture per capelli che possono andare bene per la nostra tipologia di capello.  Ogni capello ha infatti una texture differente, che quindi reagirà in modo differente alla tintura naturale. Per questo è importante informarsi a fondo per scegliere il prodotto migliore. Uno degli elementi da sempre più utilizzati e che ultimamente si sta espandendo e viene utilizzato anche nei bellezza è l‘henné. L’hennè esiste in differenti colorazioni e sfrutta le proprietà della Lawsonia.  La Lawsonia è una pianta le cui foglie colorano con tonalità differenti a seconda di come vengono miscelate. Esse si trovano principalmente in tre colorazioni: rosso ramato, castano o di color bruno.


Essendo elementi naturali è fondamentale capire quale tipologia di Hennè utilizzare anche per capire quale sarà la colorazione che verrà fuori.  Lo stesso colore, su capelli di tonalità differenti, risulterà essere molto differente. Un esempio molto esplicativo è rappresentato dal colore rosso ramato che in tipologie di capello molto scuro tenderà al mogano, mentre in capelli tendenti al biondo tenderà a diventare più ramato.


L’hennè si può trovare in diverse colorazioni e sfumature a seconda anche delle piante che vengono mischiate e quindi in questo modo si creano tonalità molto particolari e anche personalizzate.  Alcuni saloni di bellezza proprio per questo motivo, si adoperano ad effettuare colorazioni all’hennè personalizzate e particolarmente apprezzate da una durata piuttosto lunga.

Per una tintura completamente naturale a base di henné, è importante che all’interno di ciò che si acquista non ci sia il picramato, una sostanza non naturale che invece risulta essere dannosa. Nonostante rispetto ad altre tipologie di tinta non naturale l’henné per i primi lavaggi un pochino scarichi colore, il risultato sarà sicuramente ottimo e soprattutto non dannoso per la salute.

Lascia un commento