Come scegliere la crema viso in base al tipo di pelle

Come scegliere la crema viso in base al tipo di pelle

Quando si decide di utilizzare una crema per il viso è molto importante fare attenzione al prodotto che si andrà a scegliere poiché bisogna necessariamente tenere in considerazione la propria tipologia di pelle. Non tutte le creme infatti sono adatte per ogni tipo di pelle e invece che avere effetti positivi si rischia, sbagliando la formulazione, di avere aspetti ancora più negativi e di non risolvere il nostro problema. 

Come scegliere la crema viso? 

Innanzitutto bisogna ritenere la crema viso un elemento veramente importante all’interno della propria Skin Care quotidiana. La crema deve essere innanzitutto di buona qualità e assolutamente non scelta caso, poiché è necessario tenere conto le caratteristiche specifiche di ogni tipologia di pelle. 
Che sia secca, matura, sensibile o grassa, è necessario riconoscere la propria tipologia di pelle, anche facendosi aiutare da un esperto per poter scegliere la formulazione migliore che andrà ad agire in profondità e portare effetti positivi. 

Una crema può contenere tra gli altri principi attivi l‘acido ialuronico che ha un potente effetto levigante e anti-age oppure il collagene, che è una proteina prodotta in modo naturale dal nostro organismo già presente nei tessuti che però deve essere talvolta riattivata per andare a ricostruire l’epidermide.

Le creme viso sono inoltre ricche di vitamine, soprattutto vitamina E ad azione antiossidante, ma anche vitamine per la stimolazione della produzione di collagene. Inoltre le creme un pochettino più solide e grasse conterranno anche degli oli, come ad esempio l’olio di Argan o quello di Jojoba, che sono super nutrienti e hanno azioni emollienti, nel caso di pelle particolarmente sensibili e secche.

Le creme giuste per ogni tipo di pelle 

Nel caso in cui si abbia una pelle secca e talvolta che tenda a squamarsi è importante acquista una crema idratante o ultra idratante.  La texture della crema deve essere molto ricca e spesso deve contenere burro di karité, olio naturale e soprattutto anche glicerina. Questi elementi andranno a lavorare tra di loro in sinergia per nutrire a fondo una pelle che invece fa molta fatica a trattenere l’acqua e quindi spesso si disidrata. 

Nel caso in cui invece si abbia una pelle mista o grassa è meglio optare per prodotti purificanti e astringenti, che vanno proprio a stringere i pori ma senza lasciarli disidratati. La texture della crema deve essere leggera e possibilmente deve contenere elementi come salvia, lavanda oppure agrumi per andare a regolarizzare la produzione di sebo e quindi evitare di renderla eccessivamente grassa andando a creare quell’antipatico effetto lucido. 

Per le pelli particolarmente sensibili occorre utilizzare delle creme sempre molto idratanti che quindi vadano ad aggiungere dell’acqua in profondità, ma anche che possiedano una composizione che sfrutti elementi più naturali possibili. Un esempio sono le creme a base di calendula, Aloe, Fiordalis,o camomilla e anche ginko biloba. Per la pelle matura e che quindi presenta già qualche segno del tempo, è necessario scegliere un prodotto che va ad agire sul rilassamento cutaneo e a prevenire le macchie.

E’ dunque quindi preferibile puntare su creme che possiedano un’alta concentrazione di acido ialuronico, ma anche acidi della frutta e quindi Q10. Al tempo stesso è molto importante è che questa tipologia di crema contenga dei filtri solari poiché, se è necessario che la crema protegga sempre la pelle dai raggi ultravioletti, a maggior ragione è ancora più importante che lo faccia su una pelle che magari già presenta alcune rughe e che quindi non deve ulteriormente peggiorare.

serena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *